Progetto Kavafis, Trieste 17 Novembre 2018, Museo Revoltella

In scena due lettori, Claudio Grisancich e Sandro Pecchiari: loro è la scelta-sequenza di poesie di Kavafis, integrata da Cristina Fedrigo all’esecuzione corale di musiche originali proprie e di Virginio Zoccatelli, su testi in greco antico di Omero, Saffo, Pindaro, Porfirio, Empedocle.
Un’Odissea interiore, quella del poeta greco Kostantinos Kavafis: da Itaca muove in contesti psicologici, civili, poetici diversi.
La musicazione dei testi in greco antico (base su cui sono nate le musiche), si deve al lavoro di Carlo Odo Pavese, insigne filologo classico e Nino Gardi, noto musicista e docente di conservatorio.
Konstantinos Petrou Kavafis (Alessandria d’Egitto, 29 aprile 1863 – 29 aprile 1933), è stato un poeta e giornalista greco. Pubblicò 154 poesie, spesso ispirate all’antichità ellenistica, romana e bizantina, ma molte altre sono rimaste incomplete o allo stato di bozza. I temi principali della sua poesia sono il presente e l’incertezza del futuro, i piaceri sensuali, il carattere morale e la psicologia degli individui, l’omosessualità, la nostalgia della vita che passa o già passata.

da un’idea di Claudio Grisancich, Sandro Pecchiari e Cristina Fedrigo

ZH2VOX è un laboratorio a due cori (H2Vox a Fontanafredda, Corale Giulio Zacchino a Trieste), di ricerca e sperimentazione musicale e vocale, su repertorio antico e contemporaneo, attivo dal 2012. Il Lab è aperto a tutti (a Trieste o Fontanafredda). Info: 347-7295851.
Progetto e direzione: Cristina Fedrigo.

 

Cartolina del concerto a Trieste 17 Novembre 2018 (al centro Kavafis, sullo sfondo Saffo)

 

ZH2VOX nella Valle dei Templi ad Agrigento, 2015, programma greco arcaico

Risonanze corali di oggi, nei luoghi del tempo – Romano di Fontanafredda 6-10-2018

Nell’ambito della Sagra dei Porton a Roman di Fontanafredda, nella bella Chiesa della Beata Vergine del Rosariosabato 6 Ottobre 2018, h.20.30, ingresso libero – il concerto Risonanze corali di oggi nei luoghi del tempo. Brani di Virginio Zoccatelli e Cristina Fedrigo. Insieme a 2 cori ZH2VOX – Giovanna Mastella, sassofono – Sonia Ballarin, fisarmonica – Direzione, Cristina Fedrigo.

Click su approfondisci per ascoltare alcuni brani live del Concerto (già online!) e vedere qualche foto.

Approfondisci

Illuminazione Sonora al Museo Bertoia di Pordenone • Domenica 27 Maggio 2018

A conclusione e nella bella cornice della Mostra Fotografica di Danilo De Marco, al Museo Bertoia di Pordenone (Domenica 27 Maggio 2018 – h18.30) proponiamo:

Illuminazione sonora • Luci e suoni, simili e diversi, un percorso fra parole, musica ed improvvisazioni

ZH2VOX insieme a due cori • Bianca Manzari voceGiovanna Mastella saxofoniCristina Fedrigo direzione e progetto.

Un video sulla mostra con le nostre musiche dalla pagina FOTO-VIDEO.

Approfondisci

ZH2VOX con Illuminazione Sonora per M’illumino di meno a Villesse

Venerdì 23 Febbraio 2018, h.18.30 a Villesse (GO) a Palazzo Ghersiach (piazza Roma, 6), ingresso libero. ZH2VOX (=H2Vox+Corale Zacchino) canta praticamente al buio per l’evento nazionale “M’illumino di meno”. Brani in prima esecuzione e improvvisazioni, grazie e con i contributi musicali di Marta Macuz (clarinetto) e di Giovanna Mastella (sax), sempre con la direzione di Cristina Fedrigo.

Approfondisci

Umanità su rotaia, evento-percorso corale a stazioni, parole, musica, immagini…

… frammenti, perfino casuali come le tracce della vita, di moltitudini di vite lungo una linea, che, prima ancora di seguire il binario delle ferrovie pedemontane, seguivano i propri binari quotidiani … frammenti liberati nel racconto di Bartolini, restituiti in immagini, parole lette e cantate, su tracce audio e musiche originali …

In progetto altre repliche di Umanità su rotaia nel 2018.

Di cosa si parla?

Il bel testo di Elio Bartolini (si veda qui per le indicazioni sull’opera e la biografia) si snoda tra Sacile e Gemona sul tracciato della ferrovia, intrecciando aspetti storici, naturalistici che fanno una sintesi del territorio attraversato, per la storia, per le suggestioni sociali e culturali, per il clima e il paesaggio. La musica è di scrittura contemporanea. Le strategie sono dell’ambito colto e ottengono un insieme facilmente fruibile per un pubblico generale. Nelle prime presentazioni, appena effettuate, è stato apprezzato per la particolare carica emotiva.

Le composizioni musicali proposte nascono dalla collaborazione tra ZH2VOX e autori contemporanei:

Virginio Zoccatelli: Non mi fermo (2012) (poesia di Federico Tavan), Fare e disfare (2016)

Maurizio Pisati: Zone e Cavalieri – cinque tracce audio per un poema cavalleresco – per uno o infiniti strumenti (2008); realizzazione musicale per clarinetto, cembalo, lettura e coro di Cristina Fedrigo.

Testi da Elio Bartolini, Itinerario d’amore e di ferrovie pedemontane (Edizioni Circolo Culturale Menocchio di Montereale Valcellina). Prima esecuzione per il Circolo PerLeAnticheVie di Montereale V.

Marta Macuz, clarinetto · Sonia Ballarin, cembalo · Bianca Manzari, lettura · Anto Rossetti, allestimento immagini.

Progetto originale e direzione sono di Cristina Fedrigo.

L’opera musicale è originale ed è stata depositata dagli autori (Siae ©2016-2018). Abbiamo appena terminato la registrazione in studio (2018).

Brochure Umanita’ su rotaia ZH2VOX 2017.pdf

Esempio musicale live

(frammenti dalla prima esecuzione, Maniago 2016 – l’audio è ©SIAE):

 

Come l’Acqua: cantare lo spirito e la natura – Polcenigo, 07.05.17

Polcenigo, Chiesa della Santissima Trinità – h. 16.30 – Domenica 7 Maggio 2017

Musiche: di Autori dei secoli XII-XIV, di Virginio Zoccatelli, di Cristina Fedrigo.

Progetto originale e direzione sono di Cristina Fedrigo.
Saxofoni: Giovanna Mastella

Il culto dell’acqua si intreccia da sempre con la vita e la spiritualità. Questo concerto per coro e saxofoni incontra qui un ambiente acustico nato per far risuonare la parola e e le voci (la nota Chiesa Santuario della Santissima Trinità che qui tutti chiamano la Santissima) .

Non è strano questo pensare l’antico in forma contemporanea, anzi, cantare musica così antica, dalle strutture essenziali e duttili, fa nascere il desiderio di ricercare, creare, improvvisare … “Il canto veniva giù come l’acqua” (con Federico Tavan), il suono fluisce, si trasforma, ci arriva da tempi lontani perché come l’acqua non si ferma mai.

Approfondisci